Skip to content
narrow screen wide screen auto screen Increase font size Decrease font size Default font size

Sito Ufficiale dei Sentieri Frassati

Sentiero Frassati del Friuli Venezia Giulia - Idea PDF Stampa E-mail
L'idea di tracciare in Friuli Venezia Giulia un sentiero con le caratteristiche tipiche dei Sentieri Frassati d'Italia è nata in due momenti distinti nel tempo, ma invisibilmente collegati. Il primo, nel luglio 2002, quando un forte temporale impedì a tre escursionisti di salire in vetta al monte Ràut, costringendoli a ripiegare a metà percorso, e rientrare, in alternativa, a piedi, dalle casere di Pala Barzana alta e bassa fino a Frisanco, per una via inusuale, scoprendo così un itinerario diverso, ma ugualmente suggestivo.
L'altro durante la S. Messa in occasione della ricorrenza del 40° anniversario del Rifugio Maniago (24 agosto 2003), quando il celebrante don Fabio, nella sua omelia, ricordò l'amore per le montagne del giovane alpinista Frassati (1901-1925), facendo nascere una sensibilità e il conseguente desiderio di approfondirne la conoscenza. In effetti, già pochi anni dopo la sua scomparsa, l'Azione Cattolica maniaghese collocava una targa commemorativa dedicata a Pier Giorgio su uno spuntone di roccia, in località "Strada Piana" sul monte Jóuf a quota 700 m circa (sentiero Cai 983), scegliendo Frassati come "protettore".
Fu nel Consiglio Direttivo della sezione maniaghese del CAI del 29 settembre 2003 che i consiglieri diedero subito la loro approvazione ed accettarono con grande interesse la proposta del presidente di adottare il "Sentiero Frassati del Friuli Venezia Giulia.
La disponibilità e la collaborazione degli enti istituzionali presenti nel progetto hanno fatto sì che il "Sentiero Frassati del Friuli Venezia Giulia" abbia assunto quella "dignità" che lo lega al progetto nazionale: avere in ogni regione d'Italia un "Sentiero Frassati".
Un augurio a chi lo percorre o ripercorre: trovare il calore e il piacere di assaporare quanto di meglio il Friuli può offrire in questo ambiente tipico, ricco di storia, di cultura, per certi aspetti "selvaggio", ma sensibile all'ospitalità.
 

NOTIZIE DAI SENTIERI

Login Form